cura e manutenzione dei guanti da portiere


Voglio in questa pagina darvi alcuni suggerimenti per la cura dei vostri guanti al fine di ottenere sempre il miglior grip ed anche una maggior durata del guanto stesso.

Innanzitutto ricordiamoci di prelavare sempre i nostri nuovi guanti. Perchè dobbiamo fare questo primo lavaggio?
Per rimuovere tutti i residui di lavorazione (olii di protezione) e tutte le sostanze chimiche usate durante il processo produttivo per preservare il lattice.

Ricordiamoci di lavarli per rimuovere lo sporco dopo ogni partita.
La polvere, lo sporco ed il sudore si accumulano nei pori del lattice del guanto. Più un guanto è soffice e poroso, più attrae polvere e sporcizia. Il lavaggio del guanto ripristina gran parte del grip originale.

Dovremmo ricordarci di lavare i guanti anche quando sono fermi da un po' di tempo perchè tendono a seccare: il lavaggio aiuta a ripristinare la presa.
Dobbiamo pensare al nostro guanto come ad una spugna: se la lasciamo seccare non sarà efficace, ma appena la inumidiamo essa riprende tutte le sue proprietà ed è pronta nuovamente a compiere il suo lavoro.

Lavare i guanti spesso quindi ne rimuove tutte quelle particelle che ne causano anche un deterioramento precoce.
È stato stimato che lavare con assiduità i propri guanti può allungare la loro vita del 30% e a volte anche del 40%.
E poi chi vuole indossare dei guanti puzzolenti? Ricordiamoci che essendo simili ad una spugna i batteri vanno a nozze ...

Abbiamo fin qui detto che è opportuno lavere i guanti, ma come?
Innanzitutto vi dirò come NON lavarli. Non lavarli mai in lavatrice e con dei detersivi aggressivi, ma soprattutto non asciugarli in asciugatrici od esporli direttamente ai raggi solari. Non avviciniamoli troppo nemmeno a fonti di calore (per intenderci non mettiamoli vicino ai termosifoni per farli asciugare prima!!!). Questo causerà una "cottura" del lattice che si fratumerà in modo più o meno grave.

I guanti vanno lavati con acqua tiepida, non sopra i 30°.
La procedura migliore è quella di lasciarli a bagno per una ventina di minuti (in acqua tiepida) con un po' di detergente neutro. Evitiamo saponi chimici che rovinano la composizione del lattice. Un semplice sapone di Marsiglia può fare al caso nostro.
Dopo averli lasciati a bagno insaponiamoli con le mani strofinando delicatamente fino a vedere che lo sporco se ne è andato con l'acqua ed il lattice ha ritrovato il suo colore originale.
Sciacquiamo per bene finchè non vediamo più tracce di sapone nell'acqua di risciacquo (non fa più schiuma) e schiacciamo delicatamente i guanti per farne uscire l'acqua ancora trattenuta (non strizziamoli torcendoli !!!). Potete guardare queste slides e video rissuntivi.

Possiamo a questo punto assorbire parte dell'acqua tamponando con una salvietta asciutta.
Poniamo ad asciugare i guanti appendendoli ad uno stenditore.

Per facilitare il processo di stenditura vi lascio un piccolo trucco.
  • by Ste



Tagliate il collo e il fondo a una bottiglietta di una bibita a vostro piacimento (io ho usato le bittigliette da 500ml di aranciata). Tagliate poi quel che ne rimane a metà. Sciaquatele per bene in modo che non appiccichino ed infilatele nel guanto. Questi due piccoli cilindri faranno circolare l'aria molto più facilmente all'interno del guanto favorendone l'asciugatura.

Conservate i guanti in un luogo fresco ed asciutto e senza far toccare tra loro i palmi.